Che cosa sono i terpeni della canapa

Si sente sempre piu’ spesso parlare di terpeni della canapa, ma a molti non e’ ancora chiaro che cosa siano effettivamente e perche’ sono importanti. Nessun problema, proviamo a spiegarveli..

Due sono le cose che caratterizzano i fiori in natura: i colori e i profumi.
La Canapa non fa eccezione e per questo le analisi visiva e (soprattutto) olfattiva diventano fondamentali per riconoscerne qualità e proprietà.

Ma cos’è che determina l’odore di un fiore?

La risposta non è semplice, le molecole che intervengono sono numerosissime e difficili anche soltanto da riassumere. Se vogliamo un po’ semplificare la storia, analizziamo la famiglia dei Terpeni.
I Terpeni sono molecole che grazie anche alle osservazioni del chimico tedesco Otto Wallach (Nobel per la chimica nel 1910) possiamo adesso ricondurre a multipli di uno stesso composto organico, chiamato Isoprene (C5H8).

L’Isoprene

L’isoprene è quindi il “mattone” con cui possiamo costruire qualunque Terpene e la Natura per fortuna si è sbizzarrita in questo senso. A seconda di come sono disposti questi mattoni infatti, si può dar vita ad un numero pressoché infinito di Terpeni, e quindi di profumi e aromi!

Ma in che modo i Terpeni influenzano l’odore?

Intanto diciamo che i Terpeni in natura possono trovarsi sotto forma di liquidi o solidi, ma in entrambi i casi hanno una caratteristica comune: sono molto volatili. Questo significa che tendono in maniera naturale e spontanea a passare dallo stato di liquido (o solido) a quello di vapore. Per questo possiamo percepirli semplicemente annusandoli.
Spesso in natura si trovano sotto forma di solidi untuosi al tatto, praticamente delle resine, la canapa in questo senso non fa eccezione. La pianta cerca di difendersi dai predatori e attirare gli insetti per essa benefici tramite la secrezione di una resina ricchissima in Terpeni, la combinazione dei quali porta ai caratteristici profumi che per noi sono così importanti. Di seguito alcuni dei più presenti nei fiori di canapa:
Mircene (C10H16): Il Re dei Terpeni della Canapa. È quasi sempre il più presente e la caratterizza fortemente, anche se lo possiamo trovare anche in molte altre piante (ad esempio la citronella o il luppolo). Grazie al suo odore gradevole viene spesso usato nell’industria dei profumi.
Limonene (C10H16): La formula molecolare uguale al precedente non deve ingannare. Come dicevamo gli stessi “mattoncini” di isoprene assemblati in maniera diversa portano o risultati diversi. Questo terpene è caratterizzato da un odore che si può facilmente intuire dal nome. Ne sono ovviamente ricchissimi gli agrumi in generale. La quantità di limonene determina la differenza di odore tra il mandarino, il cedro o il pomelo!
Terpineolo (C10H16): Viene estratto solitamente dalle foglie di arancio amaro. Può ricordare il profumo dei fiori di tiglio all’olfatto.
Pinene (C10H16): Deve il suo nome al Pino, è infatti nella resina di varie conifere che si trova questo composto organico. In particolare la famiglia delle Pinacee ne è particolarmente ricca.
Geraniolo (C10H18O): Ne sono ricchissime le foglie e i fiori di geranio, dalle quali può essere facilmente estratto. Caratterizza comunque una vasta gamma di piante officinali ed è un punto di contatto con il mondo dell’enologia, in quanto è contenuto nella buccia di molte varietà aromatiche.
Eucaliptolo (C10H18O): Contenuto in grandi quantità nell’olio essenziale di eucalipto, può essere estratto dal vacuolo delle cellule di questa pianta. L’aroma mentolato caratterizza alcune varietà di canapa conferendo una freschezza del tutto caratteristica.
Linalolo (C10H18O): Presente in una varietà di vegetali, quali la rosa, il basilico e la lavanda.

 

Interessato alla canapa legale?

Noi di Weedom selezioniamo solo i migliori prodotti di canapa italiana 100% legale..dai un’occhiata ai nostri prodotti.

admin